03/06/2019
 

AeF logo logo repubblica

CONCILIAZIONE SINDACALE L'OMBRA DEI CONTRATTI PIRATA

In Italia, stiamo assistendo ad una deriva preoccupante nel mondo del lavoro, che riguarda le cosiddette "transazioni in sede sindacale". E' la stessa deriva che ha portato in questi anni al fenomeno dei contratti pirata, sottoscritti da pseudo sindacati, che hanno alimentato la concorrenza sleale con contraccolpi negativi sia sul versante retributivo che sulla qualità dei prodotti".

A Mario Fusani,  giuslavorista e parner dello studio legale GF Legal stp, è nota questa "falla" all'interno della delicata macchina della conciliazione in sede sindacale. Pratica diffusa per dipanare i contenziosi tramite un accordo economico tra datore di lavoro e dipendente alla presenza di un conciliatore:"Il problema è che spesso il conciliatore viene scelto al di fuori di qualisiasi vincolo e senza consultare la controparte, cioè il lavoratore. Con il risultato che molte transazioni in sede sindacale sono illegittime".

Vai al pdf dell'articolo

Leggi tutto
14/05/2019

RASSEGNA WEB
Logo EconomyMag 
 

CONTRATTI PIRATA: PER GF LEGAL SERVE UN CODICE UNICO DEL CCNL

Lo studio chiede una nuova normativa per impedire pratiche sleali nelle gare d’appalto.

 

È stato annunciato in Aula al Senato il disegno di legge S.1232 del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL) per la creazione di un codice unico dei contratti collettivi nazionali di lavoro (CCNL) da realizzare in collaborazione con INPS.

Il ddl, presentato ai sensi dell’art. 99, comma 3, della Costituzione, approvato dall’Assemblea del CNEL nella seduta del 27 marzo 2019, relatore il consigliere Michele Faioli, “definisce il codice unico di identificazione dei contratti e degli accordi collettivi di lavoro nazionali depositati e archiviati, attribuendo una sequenza alfanumerica a ciascun contratto o accordo collettivo - recita il testo. - Il codice CCNL è altresì inserito dall’INPS nella disciplina relativa alla compilazione digitale dei flussi delle denunce retributive e contributive individuali mensili, con relativo obbligo del datore di lavoro di indicare per ciascuna posizione professionale il codice CCNL riferibile al contratto o accordo collettivo applicato”.

Vai al link dell'articolo

Leggi tutto
Maggio 2019
 
 

Rubrica "Diritto&Lavoro"
logo enologo
Rivista ufficiale di Assoenologi

Mai come nel mondo dell’Enologia, la tutela del marchio e quindi anche del concetto di proprietà intellettuale ricopre un ruolo di primaria importanza.
Tutto ciò è ancora più vero alla luce della recente approvazione (14 febbraio 2019) di uno dei due decreti legislativi approvati in via definitiva dal Consiglio dei Ministri.

Si tratta di un provvedimento che attua disposizioni europee al fine di migliorare la protezione del marchio. In questo modo un marchio potrà essere tutelato su scala europea e sarà possibile registrare marchi che vanno oltre il semplice simbolo, estendendosi la tutela fino a ricomprendere odori, suoni, ologrammi, profumi.
A ciò va aggiunto che la tutela ricomprenderà anche l’imballaggio e tutto ciò che su di esso viene stampato anche al fin di reprimere le più diverse forme di contraffazione.

Vai al pdf dell'articolo

Leggi tutto
09/05/2019

RASSEGNA WEB
logo Diritto24 Il Sole 24 ore 
 

EQUO PREMIO AL DIPENDENTE - LE INVENZIONI DEL LAVORATORE SUL LUOGO DI LAVORO

Le creazioni intellettuali nei rapporti di lavoro, le tipologie di invenzione, il compenso e le risoluzioni in arbitrato in caso di contenzioso.

L'approfondimento dell'avvocato socio fondatore di GF Legal Mario Fusani, giuslavorista e arbitro in diritto del lavoro.

Il lavoratore, con il suo apporto umano nello svolgimento delle regolari attività lavorative, può contribuire alla produzione e alla creazione di un nuovo prodotto innovativo o svolgere un'attività che scaturisce in una nuova invenzione.
In questi casi è giusto domandarsi se, e nel caso come, è opportuno riconoscere al lavoratore dipendente un compenso, o più correttamente in riferimento al caso in questione, un equo premio.

Leggi tutto