GLI ACCORDI AZIENDALI, O DI SECONDO LIVELLO, COME STRUMENTO PER FAR FRONTE AI MOMENTI DI CRISI DELLE AZIENDE.

Conciliazione vita-lavoro una delle opportunità che possono essere previste negli accordi e che permette di ottenere sgravi contributivi.
(INPS circolare n.19 del 3 agosto 2018)

In un panorama economico e sociale che rende difficile, per molte aziende, uscire da periodi di profonda crisi o semplicemente rimanere competitive, è fondamentale adottare strumenti che consentano una migliore organizzazione del lavoro.

Uno degli strumenti è sicuramente la contrattazione aziendale che, attraverso accordi sottoscritti tra la parte datoriale e la parte sindacale, permette alle aziende di applicare regole ad hoc in deroga al ccnl nazionale di primo livello, sulla base dell’attività e degli obiettivi prefissi dall’azienda stessa.

work life

Gli accordi aziendali, o di secondo livello, possono prevedere il c.d. welfare aziendale e, come parte di esso, le azioni di conciliazione vita-lavoro volte all’equilibrio tra vita professionale e vita lavorativa del dipendente e che permettono al datore di lavoro di:

  • - coinvolgere e valorizzare il personale interno
  • - aumentare la produttività in azienda
  • - usufruire di risparmi fiscali e sgravi contributivi

Proprio in tema di conciliazione vita-lavoro, come stabilito dal decreto firmato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal MEF il 14 settembre 2017, l’INPS con la circolare n.91 del 3 agosto 2018, ha illustrato le modalità operative per l’applicazione del relativo sgravio contributivo.

  • - Lo sgravio spetta per gli accordi aziendali, o di secondo livello, sottoscritti e depositati tra il 1 gennaio 2017 e il 31 agosto 2018.
  • - Le domande possono essere presentate dal 4 agosto 2018 fino al 15 settembre 2018.

06.08.18 - GLI ACCORDI AZIENDALI, O DI SECONDO LIVELLO, COME STRUMENTO PER FAR FRONTE AI MOMENTI DI CRISI DELLE AZIENDE. - © riproduzione riservata dello Studio GF LEGAL STP

 

 

GF LEGAL e MCN The Mediation and Conciliation Network: MEDIAZIONE E NEGOZIAZIONE ANCHE A LIVELLO INTERNAZIONALE

 

L’Avv. Cristina Gandolfi, founder partner di GF Legal, esperta di mediazione, sia in ambito civile-commerciale che familiare, nonché di negoziazione, entra a far parte di MCN, the Mediation and Conciliation Network, network internazionale di promozione e sviluppo dell’Alternative Dispute Resolution, A.D.R., che, con oltre 1000 esperti di risoluzione delle controversie in ben 50 Paesi, promuove e offre servizi di mediazione/arbitrato a livello mondiale.

handshake 3205492 1280

“I procedimenti rientranti fra gli A.D.R. sono fortemente applicati a livello internazionale – afferma l’Avvocato Gandolfi – da qualche decennio anche in Italia, seppur con qualche difficoltà.
"Lo Studio GF Legal, sempre molto attento a questi strumenti, da diversi anni ha deciso di adottare una politica di espansione fuori dal territorio italiano. E’, infatti, molto importante creare connessioni a livello mondiale, anche attraverso la presenza in network internazionali".

Mrs Cristina Gandolfi FICM MCN Accredited Neutral

"IL CONFRONTO SINDACALE: UN'OPPORTUNITA' DA APPROFONDIRE E DA VALORIZZARE" CASE HISTORY DALLA TEORIA ALLA PRATICA

Contrattazione aziendale, ammortizzatori sociali, contrattazione integrativa e welfare. 
Questi i temi di spunto per l'incontro formativo durante il quale si parlerà dei confronti sindacali dal punto di vista prettamente operativo, anche attraverso tre case history raccontati dai rappresentanti delle Aziende stesse.

Confindustria Pavia e GF Legal confronto sindacale nelle aziende attraverso lanalisi di case history